Spare, il principe Harry confessa: "Ecco come mi hanno dimostrato che mia madre era morta"

Spare-il minore, la biografia del principe Harry svela un retroscena veramente inquietante

Nel suo libro Spare-il minore, il principe Harry racconta che, dopo aver cercato di chiarire con suo padre Re Carlo e suo fratelli, il principe del Galle William sul perché ha deciso di andar via dall'istituzione reale, si è ritrovato quasi costretto a scrivere la sua versione. Tutto inizia il giorno del funerale del nonno Filippo e poi compie un grandissimo passo indietro nel tempo. Il principe inizia il suo libro da quando era solo un ragazzo e doveva vivere dividendosi tra sua madre e suo padre che avevano da poco ufficializzato la rottura. Racconta che, la sera in cui la madre perse la vita in quel tragico incidente, si trovava a Barmoral, la dimora scozzese che tanto amava anche la Regina Elisabetta e nella quale la stessa si è spenta l'otto settembre dello scorso anno.

Il padre ha annunciato in tarda notte che la madre aveva avuto un incidente e che l'ambulanza, durante il tragitto, aveva fatto di tutto per cercare di salvarla, ma purtroppo dopo poco si è spenta. I ricordi di Harry bambino sono veramente molto confusi: del resto aveva poco più di 12 anni quando ha appreso che da quel momento, non avrebbe più rivisto sua madre.

Harry racconta nel suo libro, quale prova hanno ricevuto i ragazzi per appurare la scomparsa della madre

Subito dopo racconta che con il fratello William ha fatto ritorno a Londra mentre il padre e la zia Sarah, la sorella si Lady D, sono volati a Parigi per capire la dinamica e soprattutto riportare a casa il feretro. Ritornati, i due ragazzi hanno incontrato la zia. Harry in tutto questo tempo ha sempre pensato che la madre non fosse realmente morta, ma semplicemente avesse inscenato la sua scomparsa per poter iniziare una nuova vita lontano dall'ossessione dei paparazzi e dalle continue indiscrezioni della stampa. Harry ne era convinto quando la zia Sarha fa uno strano regalo ai due ragazzi.

La sorella di Lady D consegna ai suoi nipoti due piccoli cofanetti in velluto blu che contengono delle ciocche dei capelli della madre. Questo, secondo il padre Carlo e la zia, dovevano essere per i ragazzi la prova della scomparsa della madre. Eppure Harry, era sempre più convinto che quelli potevano appartenere a chiunque, o esser stati presi da una parrucca. Insomma, fino a quando non ha visto il feretro della mamma, Harry non ha mai realmente creduto che era veramente finita.

LEGGI ANCHE>>>Principe Harry confessa nel suo libro Spare: “Odiavo questa cosa che faceva mia nonna”, la rivelazione sulla Regina Elisabetta