martedì, Febbraio 7, 2023

Pos, tornano le multe per gli esercenti: ecco come cambia la Legge di Bilancio

Approvato un nuovo emendamento alla Legge di Bilancio per il 2023: ecco come cambiano le norme sull'obbligo di pagamento via Pos

Tra gli argomenti più discussi nel corso di questi ultimi mesi c'è sicuramente quello del pagamento via Pos. L'Italia, è cosa nota, è uno degli Stati maggiormente ancorati al pagamento via contanti. Per cambiare la rotta ed avvicinarsi alla tendenza europea, dopo che negli ultimi anni si è parlato molto di introdurre l'obbligo per gli esercenti di accettare il pagamento digitale, il 30 giugno 2022 è stata pubblicata la norma che ha effettivamente introdotto quest'obbligo per commercianti e anche per i professionisti che offrono servizi di ogni genere.

Obiettivo di questa norma è anche quello di evitare l'evasione fiscale, in quanto il pagamento digitale obbliga all'emissione dello scontrino. La norma, che sarebbe dovuta entrare in vigore il primo gennaio 2023 ma è stata anticipata alla fine di giugno 2022, prevede una sanzione per tutti coloro che rifiutano di accettare il pagamento con carta. La sanzione è pari a 30 euro più il 4% del valore della transazione da effettuare.

Pos: nuovo emendamento alla Legge di Bilancio

Nei mesi successivi all'approvazione della norma, si è iniziato a parlare della possibilità di introdurre delle esenzioni all'obbligo e delle eccezioni. Una di queste è stata introdotta nel mese di novembre e riguarda l'esenzione dell'obbligo per i tabaccai su prodotti come tabacchi e valori bollati. L'esonero dipende dal fatto che i guadagni sarebbero troppo bassi, considerati i costi applicati mediante il pagamento elettronico. Nella bozza della nuova Legge di Bilancio, inoltre, il nuovo Governo italiano ha introdotto la possibilità di un esonero dall'obbligo per i pagamenti inferiori a 60 euro. La norma è stata molto discussa nel corso del mese e, dopo la presentazione della bozza in Commissione Europea, l'organo dell'Unione Europea ha bocciato questa norma perché non l'ha ritenuta in linea con le raccomandazioni specifiche per il nostro Paese.

Per questo motivo, il Governo italiano ha dovuto fare dietrofront. Nelle ultime ore è stato confermata l'eliminazione del limite di 60 euro. La Commissione Bilancio ha, infatti, approvato un nuovo emendamento che ha cancellato il tetto di 60 euro. Per questo motivo, come specifica anche l'Agenzia ANSA, torneranno le multe per tutti i commercianti e professionisti che rifiuteranno il pagamento via pos, anche per spese inferiori ai 60 euro. Intanto, si attende la votazione finale della Legge.

LEGGI ANCHE>>>Legge di Bilancio: ecco come saranno modificate le regole sul pagamento Pos, pensioni e reddito di cittadinanza

LEGGI ANCHE...