martedì, Dicembre 6, 2022

Bustine di silice, tutti i segreti per utilizzarle in casa: attenzione a non gettarle via

Il gel di silice è un prodotto molto usato, anche se pochi ne conoscono le caratteristiche. Vediamo gli utilizzi molteplici che possono semplificarci la vita.

Le troviamo un po' dappertutto: nelle scatole di scarpe, negli imballaggi di ogni tipo, e quante volte ci siamo chiesti a cosa servano? Stiamo parlando delle bustine di silice. La loro presenza è davvero molto utile. Le bustine contengono palline bianche che posso essere riutilizzate. Alcuni di noi le buttano nella spazzatura dopo qualche minuto e forse non sanno di questa caratteristica. Il gel di silice è un prodotto disidratante che ha la funzione di assorbire l'umidità all'interno degli imballaggi. Diventa perciò molto utile anche nel trasporto di vestiti, medicinali, integratori, apparecchiature elettroniche, giochi ed elettrodomestici. Queste "famose" palline possono anche deumidificare l'ambiente delle nostre case.

Risultano utili perfino in giardino. Possiamo usarle per tenere umide le radici delle piante. Se le posizioniamo sui davanzali dei balconi, impediremo addirittura la formazione di muffa. Un consiglio: sarebbe meglio utilizzarle quando non siamo in casa, ad esempio nei periodi di vacanza. Il gel di silice ha poi un altra capacità, quella di assorbire l'umidità. La domanda è: in che proporzioni? Il gel di silicio può assorbire umidità fino al 40% del proprio peso. Un kg di queste “palline” assorbe sino a 400 g di acqua. Circa il contenuto di una lattina comune.

Gel di silice: come funziona?

Abbiamo dunque appurato che le bustine in questione assorbono acqua dall’aria circostante. Le piazziamo nel luogo deputato e quelle faranno il loro lavoro, ma in che modo? Ebbene, c'è bisogno che l’acqua evapori. Quindi, una volta nell’ambiente in stato gassoso, il gel di silice la assorbirà. La quantità massime di vapore assorbito sarà, come abbiamo visto, in base alla quantità di gel di silice utilizzato. C’è poi un altro fattore da tenere in considerazione, e cioè la quantità di vapore rilasciato. Quantità che dipende dalla temperatura dell’aria. Temperatura che di solito risulta più elevata, ad esempio, in cucina. Non a caso il gel è un prodotto usato soprattutto in cucina.

Una cosa importante da sottolineare è che non si tratta di un materiale tossico. Il gel di silice non rappresenta un pericolo. Di fatti non reca alcuna etichettatura, come quelle che vediamo sul retro delle sostanze velenose o irritanti. Non è nemmeno sottoposto a procedure particolari per lo smaltimento. È una sostanza inerte, atossica ed è innocua. Ed è anche indigeribile. Questo vuol dire che passa attraverso l’organismo, che lo espelle in una maniera simile a quella in cui lo si ingerisce.

Leggi anche: Estate 2022: le 7 spiagge più belle d'Italia per acque cristalline e panorami mozzafiato

LEGGI ANCHE...