Giancarlo Magalli racconta della sua difficile infanzia: ecco cosa gli è capitato

Quando si parla dei conduttori televisivi più importanti della nostra TV, non ci si può dimenticare del buon Giancarlo Magalli. In una sua intervista, però, ha raccontato dei brutti momenti che ha vissuto da bambino. Vediamo cosa è accaduto

Giancarlo Magalli è di sicuro uno dei volti più noti della televisione italiana. Il suo debutto, infatti, risale a molto tempo fa. Come autore televisivo, appunto, è nel 1977 che scrive per “Cicogna Club Show” e per “Non Stop”. Per la sua prima importante apparizione televisiva, invece, bisognerà attendere il 1987. È proprio in quell’anno, appunto, che viene messo al timone di “Pronto, è la RAI?”. Da quel momento in poi la sua folgorante e meritata carriera non smetterà di regalargli tantissimi successi e nel corso del tempo si confermerà fra i presentatori più apprezzati dello Stivale. Giancarlo, poi, non si è limitato solo al ruolo di conduttore e molto si può dire anche a riguardo della sua fortunata carriera da attore.

Il suo esordio sul grande schermo risale al 1977, quando recita in "Nerone" di Mario Castellacci e Pier Francesco Pingitore.  Con quest’ultimo lavorerà anche durante il biennio 79-80 in “L'imbranato”e “Ciao marziano”. Ha interpretato anche il ruolo di se stesso nelle sue due ultime apparizioni cinematografiche “Diciotto anni dopo”, regia di Edoardo Leo e “Diversamente”, diretto da Max Nardari. Per quanto riguarda il piccolo schermo, invece, non possiamo dimenticare la sua interpretazione nella quinta puntata della prima stagione de “L'ispettore Coliandro”, per la regia dei Manetti Bros e il ruolo di prelato in “Don Matteo”. La carriera del buon Giancarlo, allora, sembra davvero costellata di grandi successi. Si potrebbe pensare, dunque, che da bambino fosse uno di quelli più amati dai compagni. Purtroppo, però, così non è stato.

Ecco perché l’ infanzia di Giancarlo Magalli è stata molto difficile

In una sua intervista reperibile sul web, Magalli ha confessato di aver passato momenti molto difficili durante la sua infanzia. Veniva, infatti, costantemente preso in giro per la sua statura e per il suo peso. Ha dichiarato, inoltre, di aver sofferto molto ma di aver sempre reagito o con il sorriso o mandando il compagno di turno a quel paese. Tiene a sottolineare, inoltre, di aver perennemente cercato di dare molto spazio ad interviste a ragazzi vittima di bullismo per sensibilizzare il suo pubblico sull’argomento. Speriamo, allora, di aver fatto altrettanto raccontandovi la sua storia.

LEGGI ANCHE: Adriana Volpe e Giancarlo Magalli beffati dal destino: vittime della stessa sorte