venerdì, Agosto 19, 2022
HomeCuriosità"Spero arrivi Putin per quelle come te", la risposta di Loredana Bertè...

"Spero arrivi Putin per quelle come te", la risposta di Loredana Bertè all'hater è da incorniciare

La Bertè è tra le cantanti più amati d’Italia e il suo successo è davvero meritatissimo. Oltre ad essere molto celebre per i suoi brani intramontabili, poi, è anche molto nota per dire la propria opinione sempre senza mezzi termini. Ultimamente, infatti, si è scagliata contro l’ennesimo leone da tastiera che ha scritto cose davvero irricevibili sui social. Vediamo di cosa si tratta

La mitica Loredana nazionale è una delle cantautrici più apprezzate dello Stivale e già dai suoi esordi ha suscitato grande scalpore. Era il 1974, infatti, quando incise il suo album d’esordio, “Streaking”, che venne prontamente censurato per i temi scottanti che affrontava. L’anno successivo poi, come tutti sanno, la Bertè pubblica l'indimenticabile “Sei bellissima” e, solo 4 anni più tardi, “E la luna bussò”. Poco dopo, inoltre, si è riconfermata alle vette delle classifiche italiane con “Il mare d’inverno” e oggi, infatti, non esiste italiano che non conosca almeno una sua canzone. La vita familiare della Bertè, però, è stata molto travagliata e la figura di suo padre si è rivelata davvero un personaggio spregevole.

Il rapporto con i genitori e la difficile infanzia

Per diverso tempo la famosa artista non ha mai fatto menzione della sua infanzia. Poco dopo la morte della celebre sorella Mia Martini, però, Loredana ha affidato alle colonne del settimanale Oggi una sua struggente confessione. Il padre, infatti, era un uomo molto violento e la madre pare sia stata altrettanto assente. L’unica cosa che i genitori esigevano dalle figlie era un ferrea disciplina e a confermare questa tesi ci sono state anche le parole della sorella Leda. Immaginiamo, allora, che la difficile situazione familiare abbia contribuito a sviluppare la grande sensibilità che Loredana ha sempre riservato per le persone in difficoltà. Proprio questa sua grande dote, però, è stata recentemente “attaccata” sui social ma, come al solito, la Bertè non le ha mandate a dire.

Ecco la reazione della Bertè ai commenti irricevibili apparsi sui suoi social

La cantante, che da sempre ha pubblicamente sostenuto la causa LGBTQ+, è andata su tutte le furie quando ha letto un commento omofobo sotto una fotografia di due persone che si baciavano in occasione del gay pride. Lo sprovveduto e poco lucido utente, infatti, dopo aver consigliato il suicidio ai due ha anche invocato l’arrivo di Putin affinché “ripulisse” il mondo da queste persone. Loredana, allora, dopo aver perfettamente descritto l’utente in questione come un personaggio molto frustrato, gli ha anche ricordato che nei regimi autoritari che invocava, non gli sarebbe stato permesso scrivere la propria idea come, a quanto pare, tiene molto a fare. Non ci rimane, allora, che sperare che il ragazzo in questione capisca presto di essere obnubilato da una grave dose di ignoranza e razzismo.

LEGGI ANCHE: "Hai le formiche nel cervello", Loredana Bertè attacca un hater sui social: i motivi

LEGGI ANCHE...