martedì, Luglio 5, 2022
HomePersonaggiMiriana Trevisan, la terribile scoperta della malattia: la sua vita completamente stravolta

Miriana Trevisan, la terribile scoperta della malattia: la sua vita completamente stravolta

Miriana Trevisan lotta ogni giorno per la felicità. Questo perché resterà sempre la ragazza di Non è la Rai, anche se la vita le ha riservato delle brutte sorprese. "È un delitto sentirsi giovani a 50 anni?", ha chiesto la showgirl reduce dal Grande Fratello Vip. Ma rimanere giovane non significa essere immaturi. "Ho fatto errori, come tutti. Ci sono probabilmente cose che non rifarei. E oggi sono anche più selettiva nelle scelte", ha detto Miriana in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera. Un errore fatto di recente ha coinvolto Matteo Salvini. In effetti, ha rivelato di non essere stata molto carina nei confronti del leader della Lega: "Ho detto di lui cose che non penso. Ecco vorrei chiedergli scusa". Si fa riferimento alla confessione di Salvini, il quale disse di avere un poster di Miriana Trevisan nella sua stanza quando era giovane: "Non sono stata carina. Vorrei dirgli che mi dispiace, ero fomentata in quel periodo. Sono orgogliosa invece, ha buon gusto evidentemente. E mi piacerebbe incontrarlo, del resto è una persona frontale, diretta. Un po' come me. Questo al di là dei giudizi politici". Per quanto riguarda i suoi mentori, ha raccontato al Corriere di non aver parlato direttamente con Gianni Boncompagni: "C'erano le sue assistenti a dirci cosa dovevamo fare. Dopo anni l'ho rivisto e mi ha detto: 'Eri brava, ma molto timida'".

Invece il rapporto con Mike Buongiorno è stato fantastico, anche perché il conduttore conosceva bene i tempi televisivi: "Non eravamo in diretta ma studiava anche i miei respiri. La prima volta nello studio mi chiarì: 'Non sei una valletta ma la mia assistente'". Poi ha definito Corrado "un uomo galante, attento e gentile", mentre di Vianello ricorda il sarcasmo e la passione per il cioccolato. Grandi personalità con cui Miriana Trevisan ha lavorato prima di ritirarsi dal mondo dello spettacolo: "Ho dato priorità ad altre cose, ho sentito la necessità di stare un po' da sola e come succede un po' a tutti gli artisti: quando sei fuori nessuno si ricorda più di te. Un percorso che ho voluto e che mi ha resa anche più forte. Quando è nato mio figlio Nicola ho desiderato fare la mamma e basta", ha confessato Miriana. Poi c'è stato il ritorno con il Gf Vip con il dolore ancora molto forte per la perdita del padre e la malattia da cui era finalmente riuscita a liberarsi: "Ho visto la morte in faccia. Soffrivo da tempo, come tutte le donne della mia famiglia di endometriosi. Non mi controllavo nonostante perdessi molto sangue. Non volevo guardare in faccia alla realtà. Dopo un po' ho scoperto di avere un cancro all'utero".

È stata un'esperienza devastante per Miriana dal punto di vista fisico e mentale: "In quel momento mi sono vergognata della malattia e non ne ho parlato con nessuno". L'ex gieffina ha spiegato che una volta guarita, ha capito l'importanza della condivisione: "Io ho creduto davvero di morire". La sua rinascita è iniziata con il Grande Fratello Vip, un'esperienza intensa che crede di aver giocato fino a un certo punto. "Sono stata offesa tante volte, ho subito l'aggressività verbale di Katia Ricciarelli e Giacomo Urtis che giudicavano le mie esperienze e le relazioni nella casa". Così, è tornata a sferrare un attacco contro la soprano: "Mi ha umiliata come donna e non glielo perdono". Anche il suo rapporto con Soleil Sorge è stato difficile, ma non l'ha messa allo stesso livello: "Ha sempre avuto una parte che mi piace: è schietta, diretta". Ora è il momento di valutazioni dal punto di vista professionale: ha ricevuto qualche proposta, ma sta anche pensando di scrivere un libro sulla sua vita. Infine, è ritornata sulla fine della sua storia con l'ex marito Pago: "È un mio punto di riferimento sempre. Come dice saggiamente nostro figlio Nicola siamo fratelli".

LEGGI ANCHE...