martedì, Dicembre 6, 2022

Mara Maionchi rompe il silenzio su X Factor: "Vi spiego perché non funziona più, Licitra? Si è perso"

In una recente intervista a Rolling Stone Italia, Mara Maionchi è tornata a parlare di un argomento che le sta molto a cuore, X Factor, e soprattutto di un talento che è praticamente scomparso nel nulla nonostante abbia vinto il talent show. La famosa ex manager di alcuni cantanti italiani, tra cui Tiziano Ferro, ha poi cercato di spiegare a sé stessa e ai lettori della rivista perché quel programma musicale, un tempo fortunato, abbia fatto questa fine. Nel corso degli anni, almeno dalla vittoria dei Maneskin nel 2017, il programma di Sky Uno non è riuscito a far emergere il vero nuovo talento della musica pop italiana, contrariamente ad Amici. Per non parlare dei risultati degli ascolti, mai soddisfacenti. Secondo Mara Maionchi, X Factor è crollato perché "a volte l'anticipazione del successo richiede molto lavoro". Ma in che senso? Ecco cosa ha avuto da dire Maionchi:

"Uno deve fare promozioni e cose che poco hanno a che fare col mestiere del cantautore. Una mancanza di tempo e concentrazione li può danneggiare. Quello che conta è il frutto della genialità che esce dalla loro professione, conta la ricerca. Manca tutto un lavoro dopo, per motivi di fretta, che invece c'è stato all'inizio. Si toglie tempo alla creatività. Se arrivano quelli già pronti è fantastico, altrimenti va tutto costruito a posteriori". A questo punto, l'ex giudice del talent show ha spiegato chi, a suo avviso, è il concorrente più sottovalutato di tutti i tempi di X Factor. La risposta non sorprende: è Lorenzo Licitra. L'artista siciliano ha vinto il talent nel 2017 (battendo i Maneskin, cosa che ora sembra assurda), ma non è riuscito a decollare. Anzi, per la precisione, non ha avuto il successo che tutti si aspettavano. Parlando del suo percorso, Maionchi ha commentato:

"Lorenzo Licitra meritava di più e si è perso nella nebbia del tempo. Ha fatto un pezzo, un singolo, con nessun risultato perché, devo dire, non poteva esserci: troppa fretta, non ha lavorato seriamente. Cantare le canzoni dei Queen con quella vocalità è perfetto. Ma poi fare una canzone come quella, be': è un po' più difficile. Bisogna trovare la produzione, il gruppo, insomma, è stato perso. Mi dispiace. I Maneskin in quell'edizione si piazzarono secondi e guarda dove sono arrivati". Lorenzo Licitra ha recentemente provato a negare qualsiasi tipo di competizione con la band romana di Damiano David. Anzi, in un'intervista rilasciata al settimanale Oggi, l'artista ha rivolto le più sentite congratulazioni ai suoi ex colleghi. "Sui social hanno scritto cose false. Tra noi non c'è mai stata competizione, sono felice di quello che hanno conquistato, è tutto strameritato", ha sottolineato Licitra, che allo stesso tempo ha avuto la possibilità di esibirsi in tutto il mondo e ottenere le sue soddisfazioni. Licitra, però, è stata una delle più grandi delusioni di Maionchi, che portò alla vittoria il suo pupillo senza mai riuscire a fargli spiccare il volo.

Leggi anche: Lorenzo Licitra rompe il silenzio sui Maneskin: "Invidia? Vi dico cosa penso davvero di loro"

LEGGI ANCHE...