sabato, Ottobre 1, 2022
HomeNewsAlbano ricoverato d'urgenza in ospedale dopo lo show: "Ischemia cerebrale"

Albano ricoverato d'urgenza in ospedale dopo lo show: "Ischemia cerebrale"

Albano Carrisi è uno dei cantanti pugliesi ancora in attività più amati in Italia e nel mondo. Il leone di Cellino San Marco, come noto, si reca spesso all'estero per cantare le sue più grandi hit davanti a persone che non parlano la sua stessa lingua o magari emigrati all'estero nostalgici dei suoni del loro paese. Il 20 maggio di quest'anno compirà 79 anni, dunque non è più un ragazzino. Nel corso della sua vita ha avuto diversi problemi di salute. Come molti ricorderanno, il COVID lo ha costretto a saltare l'attesissimo Capodanno a Bari in onda su Canale 5. Il cantante, a pochi chilometri da casa sua, doveva essere uno dei protagonisti ma la subdola malattia lo ha tenuto fermo ai box. Carrisi, tra l'altro, era anche vaccinato con tre dosi ma ha comunque ricevuto esito "positivo" al tampone molecolare effettuato pochi giorni prima del 31 dicembre. Una doccia gelata. Ma non è questo l'unico problema di salute riscontrato di recente.

Nel 2016 Albano dovette sottoporsi a una delicata operazione al cuore: l'intervento, programmato da tempo, avvenne nel periodo natalizio di sei anni fa. Pochi mesi dopo, però, lo spavento fu enorme: Albano Carrisi venne ricoverato d'urgenza a seguito di un'improvvisa ischemia. Il cantante stava tornando in Puglia, a casa sua, dopo uno show nelle Marche. Fu accompagnato al Policlinico di Bari e dopo un primo sopralluogo trasferito presso il "Vito Fazzi" a Lecce. "Ha un'ischemia ed è costantemente monitorato. Si sta riprendendo", scrisse all'epoca la compagna Loredana Lecciso, che poche ore dopo il ricovero corse a trovarlo in ospedale con il fratello del marito, Franco. Per loro fortuna Albano era di buon umore e avrebbe scherzato con i dottore sulla sua voce: "E' come i denti di un castoro, bisogna usarlo regolarmente per vivere bene ed evitare guai". Sul bollettino medico veniva riferito che "un significativo supporto emotivo, insieme a cure mediche costanti, proveniva dal calore della sua famiglia che era sempre al suo fianco".

Anche Giorgio Trianni, primario di neurologia presso Vito Fazzi, ha fatto visita al cantante e "lo ha trovato sveglio, orientato e senza alcun problema. I parametri vitali, la respirazione, la frequenza e la pressione erano normali e la glicemia era controllata". Al Bano è in cura presso l'Unità di Neurologia al 6° piano dell'Ospedale di Lecce, specializzata nella cura dell'ictus. Il cantante ha ricevuto una trombolisi per via endovenosa, un trattamento speciale somministrato ai pazienti con ictus entro 4-5 ore. "E' stato vigile, orientato e collaborativo, e ha mantenuto intatta la sua funzione cognitiva. Continuerà ad essere osservato nel reparto di neurologia per i prossimi tre giorni, dove gli viene prescritto Riposare quanto possibile." Questo è il tempo più breve che il medico ritiene opportuno per rivalutare "la sua condizione e il decorso della malattia, che è attualmente in una fase di miglioramento significativo" e "non particolarmente preoccupante". Dopo lo spavento e un periodo di riposo relativamente lungo, Carrisi tornò ad esibirsi e fare il suo lavoro, per la gioia dei suoi tanti fan.

LEGGI ANCHE: Romina Carrisi fa una confessione imbarazzante sul suo passato da cameriera: Albano furioso

LEGGI ANCHE...