Raoul Bova, ricovero improvviso in vacanza: la famiglia si rifiuta di parlare

Raoul Bova è uno degli attori italiani più amati e ricercati. È il sex symbol per eccellenza che fa battere il cuore di milioni di ragazze. Ha iniziato la sua carriera con il "Piccolo grande amore" di Carlo Vanzina. Da quel momento iniziò la sua strada verso il successo, infatti recitò anche in altri film come "Palermo Milano solo andata", "La finestra di fronte", "Baarìa", ""Scusa ma ti chiamo amore", "Immaturo". Ci sono anche serie tv come "La piovra", che lo ha affermato al grande pubblico italiano.

Tuttavia, la vita privata di Raoul è stata molto movimentata. È stato sposato con Chiara Giordano per 13 anni, ma i due si sono separati da diversi anni. Il nuovo partner dell'attore è in realtà la bellissima Rocio Morales. Quella di Raoul è la quintessenza della famiglia allargata. Ha infatti due figli con Chiara, Alessandro e Francesco, e due figlie con Rocio, Luna e Alma. Tuttavia, cerca sempre di fare in modo che la sua assenza non influisca mai su nessuno dei suoi figli, cercando di dividere equamente il suo amore tra i quattro.

Il mistero di Raoul e la sua salute

Tuttavia, c'è un mistero legato a Raoul. Non sono mai state, infatti, chiarite le ragioni del suo disagio durante il suo viaggio in Spagna. Potrebbe essere stato colpito da una peritonite acuta e alcuni dicono che sia stato persino operato sulla scena. L'entourage dell'attore all'epoca aveva grandi riserve, ma ancora oggi, qualche tempo dopo, nessuno sa esattamente cosa sia successo all'attore. Quando è successo l'incidente, le persone sono andate nel panico perché nessuno sapeva cosa stesse passando l'attore popolare.

Raoul ha subito successivamente un'appendicectomia. All'epoca pensavano che tutto stesse andando bene, ma ore dopo, l'attore ha sviluppato complicazioni che hanno costretto l'uomo che lo aiutava in quel momento a essere nuovamente ricoverato in ospedale. Rimangono molte domande su cosa potrebbe essere successo in quei momenti e perché Raoul è stato ricoverato due volte. La famiglia non ha mai voluto rilasciare dichiarazioni sull'accaduto, probabilmente per non allarmare chi in quel momento lavorava con lui.