Amici 21, allievo contro Raimondo Todaro: "Non doveva entrare ha mancato di rispetto a tutti"

Ancora polemiche nella scuola di Amici 21, sull'uscita di Mattia Zenzola nella scorsa puntata a causa di un infortunio che ha bisogno di molto più tempo del previsto per guarire del tutto. Il suo maestro Raimondo Todaro ha fatto di tutto pur di tenerlo nella scuola, ma dopo la comunicazione dei medici non c'è stato più niente da fare.

Al posto di Mattia Zenzola è entrato Nunzio Stancampiano, un allievo che già nei provini aveva trovato l'approvazione del maestro di latino, ma all'epoca della scelta è avvenuto qualcosa che ha destabilizzato i rapporti di Nunzio sia con Raimondo Todaro che con gli altri allievi della scuola.

Un po' per la mancanza del suo caro amico Mattia, un po' per non aver digerito il comportamento di Nunzio all'ingresso nella scuola, Christian Stefanelli ha deciso di parlare con il maestro di latino delle sue perplessità rispetto a questo ingresso: l'incontro è stato molto polemico, a Christian proprio non va già che Nunzio abbia sostituito Mattia, soprattutto dopo quello che ha detto.
Leggi anche: Tina Cipollari, spunta il retroscena piccante: l'ha nascosto per anni

Facciamo un passo indietro: all'epoca dei casting, Raimondo Todaro scelse come suoi allievi sia Nunzio che Mattia, ma quest'ultimo, poiché solo uno dei due poteva prendere il banco, chiese che a giudicare la loro esibizione fosse una commissione esterna: Nunzio non sapendo che questa scelta fosse stata di Mattia aveva dato la colpa a Todaro, accusandolo sui social di aver operato una scelta di convenienza per vendicarsi di qualcosa accaduto molto tempo prima.
Leggi anche: Nina Soldano, l'hanno distrutta: la verità sull'abbondono di 'Un Posto al Sole'

Una volta in studio, quando Maria De Filippi ha spiegato al nuovo arrivato la questione della commissione esterna, Nunzio non ha potuto fare a meno che chiedere scusa al maestro, che ha accettato le scuse e gli ha dato il banco: questo suo essere accondiscendente non è piaciuto a Christian Stefanelli che ha deciso di parlare con Todaro e dopo anche con Nunzio.

Durante il colloqui tra Christian e Raimondo, il ballerino non manca di dire la sua opinione, senza fronzoli, sul nuovo arrivato: "Mi da fastidio, ha mancato di rispetto a Mattia a te, alla produzione, non so con che coraggio si ripresenti qui. Ne parlerò con lui non riesco a stare zitto. Poi il fatto che non c'è Mattia è un po' strano. Mi appoggiavo tanto a lui, è come se fossi da solo. Sono un po' giù. Fossi in lui non riuscirei a ripresentarmi qui. Vorrei che chiedesse scusa e si accorgesse che ha sbagliato a dire quelle cose."

Il maestro di latino ha parlato in modo molto pacato con il ballerino, cercando di fargli capire che è necessario pensare alle cose più urgenti, come la preparazione per il serale e non pensare a cose del passato. Todaro sottolinea al giovane ballerino che se è riuscito a superare lui stesso le offese che Nunzio ha pronunciato in un momento di rabbia può riuscirci anche Christian senza molte difficoltà, ma nonostante le parole di Todaro Christian è deciso ad affrontare Nunzio.
Leggi anche: Clamoroso annuncio, Giuseppe Zeno vuota il sacco: "Lo farò di nuovo!"