sabato, Dicembre 3, 2022

Sanremo 2022: sapete che la mamma di Mahmood è del Sud? Ecco chi è

Quando Blanco è andato in platea per abbracciare sua madre dopo l'annuncio del vincitore del 72° Festival di Sanremo, Mahmood ha preso il microfono e ha detto: "Voglio salutare anche mia madre", prima di dire con voce leggermente delusa: "Ma ora non è qui, sta in hotel". Poi il giorno dopo il cantante ha spiegato che la madre, Anna Frau, non aveva il biglietto per la finale della kermesse all'Ariston perché erano tutti esauriti: "E' riuscita ad esserci solo nella sera delle cover. Ci siamo visti appena rientrato in albergo, mi ha abbracciato, era commossa. Ma lei non esterna subito le sue emozioni e solo stamattina a colazione è scoppiata a piangere, mi ha detto 'la reazione mi viene sempre tardi'".

Poi il video di un caloroso abbraccio, che la mamma del cantante ha retwittato dal suo account, dove mostra tutta l'orgoglio e l'emozione per il figlio Mahmood, che ha esclamato: "Già ti la credia crasa", che in sardo significa "Già l'avresti creduto domani....". Mahmood, che non parla arabo ma sardo, ha un debole per la Sardegna, dove da bambino trascorreva le vacanze estive a casa della famiglia della madre.

Ma chi è Anna Frau, la donna che ha convinto Mahmood a intraprendere la carriera nel mondo della musica? Fin dai tempi di "Soldi", la canzone che lo ha reso famoso e che gli è valsa la prima vittoria a Sanremo, nel 2019, il ruolo della madre è stato fondamentale. La canzone parlava di suo padre, un egiziano che non ha avuto più rapporti con lui per anni dopo il suo ritorno in Egitto quando lui aveva sei anni, ma sua madre, invece, c'è sempre stata. Dopo la prima vittoria, ha raccontato: "Sono cresciuto con mia madre, i vicini di casa erano mia zia, i miei cugini: mia madre ha dodici fratelli, siamo una grande famiglia. Da bambino ero molto tranquillo, leggevo tantissimi libri, lo facevo più da piccolo che ora. Ero cicciotto e con gli occhiali, andavo in piscina, mia madre mi faceva vestire sempre con camicie sgargianti, diciamo che non passavo inosservato".

E' stata proprio sua madre, sarda di Orosei, a spingere Alessandro (il vero nome dell'artista è Alessandro Mahmoud) in quella direzione, a portarlo a lezioni di canto, a sostenerlo. Ancora oggi il cantante dice che è sua madre ad aiutarlo in tutte le questioni burocratiche e organizzative, perché anche se quest'anno il 12 settembre compie 30 anni, il legame con Anna è ancora molto forte: "Lei mi ha fatto da padre e da madre", ha detto.

Mahmood e Anna Frau

Il famoso cantante vincitore ci Sanremo 2022 insieme a Blanco con la canzone "Brividi", ha poi raccontato un retroscena straziante che un periodo ha fatto preoccupare molto sua madre: in un'intervista al TgCom24, in occasione dell'uscita del suo album "Ghettolimpo", l'artista ha spiegato la decisione di apparire sulla copertina dell'album nelle sembianze di un narciso. "Il mio è un Narciso marcio - aveva dichiarato il cantante - mentre lui si guarda e si piace, io mi guardo nel riflesso ma non mi riconosco più".

Così è successo dopo la sua vittoria a Sanremo, quando la sua vita è del tutto cambiata: "Tutti mi vedevano in un modo, ma io non mi ci riconoscevo. Ho avuto un periodo strano, non tornavo mai a casa, non vedevo le persone a cui volevo bene. Cercavo l'Alessandro di sempre, ma trovavo solo quello che vedevano gli altri". Sul "Corriere della Sera", poi ha confessato: "Mia madre si è spaventata, mi vedeva diverso capiva che non mi riconoscevo. Io rispecchiandomi vedevo una figura oscura con la coda da scorpione, non mi trovavo".

LEGGI ANCHE...