L'influencer campano umilia Giulia De Lellis: "Non è stata cacciata! Vi spiego cos'è successo"

Giulia De Lellis è da diversi anni una delle "webstar" più chiacchierate nel nostro paese. Molti ricorderanno il suo libro "Le corna stanno bene su tutto" e il clamoroso ritorno di fiamma con Andrea Damante, proprio colui che l'avrebbe tradita con un'altra.

La versione di Giulia de Lellis

La storia con il DJ veronese è finita davvero qualche mese più tardi e ora la influencer romana è più concentrata che mai sulla sua vita professionale. Da qualche ora si sta discutendo molto di un controverso episodio che l'ha vista protagonista. La modella sostiene di essere stata "cacciata" da un noto bar in pieno centro a Milano. Il motivo? La presenza del suo cane.

La influencer ha duramente attaccato la security del locale, accusandola di essere "estremamente maleducata" e perfino "quasi violenta", oltre ad averla trattata male senza motivo. "Ho dato per scontato che si potesse, roba da matti!", ha concluso. Eppure una persona presente nel famoso locale ha smentito la versione della webstar.

>> LEGGI ANCHE: Sonia Bruganelli, l'amara confessione sul passato: "Ho abortito anch'io"<<

La versione di Gian Maria Sainato

L'influencer campano (originario di Sapri) Gian Maria Sainato è diversa: a suo avviso il divieto di ingresso per cani e altri animali da compagnia è chiaramente indicato dallo Starbucks in questione.

Sainato si trovava a pochi metri di distanza da De Lellis ed ha assistito alla discussione con il membro della security. "Questo è l'unico Starbucks in Europa dove i cani non possono entrare perché c'è la torrefazione del caffè aperta, senza recinzione. In tutti gli altri i cani possono entrare. C'è scritto chiaramente e le era stato detto, ma lei è entrata lo stesso. Da qui la discussione con la guardia, che le ha ricordato che non poteva stare lì con il cane".

Sul suo profilo TikTok è disponibile il video in cui Gian Maria spiega la sua versione dei fatti, smentendo quindi gran parte delle parole di Giulia De Lellis. Chi dei due avrà ragione?