Belen difende Ambra Angiolini e attacca Striscia: "Che vergogna"

Sono tantissimi i personaggi dello spettacolo che continuano a commentare con disprezzo la consegna del Tapiro d'oro ad Ambra Angiolini. Selvaggia Lucarelli, Carolyn Smith, Juliana Moreira, Monica Leofreddi, Francesca Barra, Laura Chiatti sono solo alcune delle donne che con un post social hanno criticato l'atteggiamento del tg satirico contro il quale, ora, si è fatta sentire anche Belen Rodriguez.

La showgirl si è unita al coro dei colleghi indignati per un'ironia decisamente inopportuna e, con un commento durissimo rilasciato a sostegno del pensiero di Laura Chiatti, ha sostenuto la sua osservazione sull'accaduto. Laura Chiatti si è detta addolorata per il servizio di Striscia la notizia definita totalmente irrispettosa nei confronti di una grande artista come Ambra che, prima di tutto, è una donna sensibile e una madre. "Esiste una differenza sostanziale tra satira e cattivo gusto.

Viviamo in un Paese dove ci si batte continuamente per i diritti e la tutela delle donne attraverso i mezzi di comunicazione, quando poi ci rendiamo conto che spesso sono proprio i mezzi di comunicazione, se usati in modo scorretto, ad essere i primi ad involvere ogni progresso e a denigrarci calpestando ogni forma di buon senso e dignità", ha scritto Chiatti che ha osservato come essere un personaggio pubblico non dia a nessuno il diritto di poter offendere, insultare o deridere.

"Questo fa parte della sfera privata", continua Laura Chiatti. Poi arriva la pesante frecciatina ad Allegri: "Il Tapiro forse avrebbe dovuto essere dato all'uomo che evidentemente non aveva alcun tipo di riserbo nella tutela della propria compagna o ex, a lei va tutta la mia stima per essere riuscita nonostante tutto a non perdere l'ironia".


Sono stati quasi 50mila i like al post dell'attrice, con centinaia di commenti che hanno sostenuto la sua osservazione, avallata anche da Belen con un breve e durissimo pensiero: "Ben detto amica mia, che vergogna", ha scritto la showgirl, godendosi gli applausi di chi, davanti a quella scena, è rimasto senza parole e non ha riso per niente.