Gianni Nazzaro, la moglie confessa: "Non avevamo i soldi per il funerale. Ecco chi lo ha pagato"

I funerali di Gianni Nazzaro, il cantante recentemente scomparso all'età di 72 anni in seguito a una brutta malattia, sono stati pagati da alcuni amici vip. A confessare i retroscena sul settimanale "Nuovo" è stata Nada Ovcina, la moglie dell'artista divenuta famosa negli anni Settanta e recentemente in gravi difficoltà economiche, tanto da far fatica ad organizzare il funerale del marito. Ad aiutare la moglie del cantante partenopeo sono accorsi tanti personaggi famosi che avevano a cuore Nazzaro.

"Quando Gianni ritornò da me, dopo la sua disastrosa unione con un'altra donna, aveva accumulato milioni di debiti e in seguito ha lavorato pochissimo - ha confessato Ovcina, che era anche manager del cantante, oltre che compagna di vita - Di conseguenza, siamo rimasti in rosso, come è successo a numerosi altri artisti. Ma, in questo disastro, oggi ho avuto il conforto di scoprire quante persone volessero bene a mio marito".

Nel suo intervento sul settimanale diretto da Riccardo Signoretti, Nada Ovcina ha citato nomi e cognomi dei vip che hanno contribuito alle spese funerarie di Gianni Nazzaro: si tratta di Lino Banfi, Maurizio Costanzo, Pippo Franco, Martufello, Sandro Giacobbe e Paola Delli Colli: "Mi hanno aiutato concretamente a dargli una sepoltura dignitosa. Pinuccio Pirazzoli, direttore d'orchestra Rai, ha pagato per la sua cremazione e anche gli orchestrali di Gianni, pur non essendo ricchi, mi hanno dimostrato solidarietà". Un gesto affettuoso che conferma quanto l'artista originario di Napoli abbia saputo farsi amare per le sue qualità non solo professionali, ma anche e soprattutto umane.

Nadia Ovcina ha poi aggiunto che il marito è morto con il rammarico di essere stato isolato ed escluso dal mondo dello spettacolo: "Sono certa che questo tarlo abbia contribuito alla sua fine, spingendolo a fumare sempre di più per calmare i nervi e distruggendo le sue difese immunitarie".