Pubblicato il bando di concorso per 2.800 assunzioni al Sud: ecco come partecipare

Il concorso è stato annunciato di recente in conferenza stampa dal ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, e la ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna



Nella giornata di martedì 6 aprile è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per l’assunzione di 2.800 giovani professionisti al Sud. Il nuovo concorso prevede il reclutamento a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, ed è stato annunciato di recente nella conferenza stampa congiunta del ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, con la ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna a Palazzo Vidoni.

Le assunzioni, già previste dal precedente governo e finanziate nell’ambito del PON Governance 2014-2020 con i fondi europei della coesione destinati alle regioni meno sviluppate, hanno come obiettivo il rilancio della Pubblica Amministrazione, attraverso le strategie di digitalizzazione, semplificazione, trasparenza, e il reclutamento delle migliori professionalità con procedure più semplici e veloci.

L’invio della domanda dovrà avvenire unicamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), con la compilazione del modulo elettronico sul sistema “Step One 2019” raggiungibile via web all’indirizzo https://ripam.cloud, previa registrazione del candidato. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

La registrazione, la compilazione e l’invio online della domanda devono essere completati entro il quindicesimo giorno, decorrente al giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana –  4ª serie speciale “Concorsi ed esami”, n. 27 del 6 aprile 2021: è possibile inoltrare la domanda di partecipazione fino alle ore 23:59:00 del 21/04/2021.

I 2.800 posti messi a disposizione (contratti a tempo determinato della durata massima di 36 mesi) saranno rivolti ai seguenti profili professionali: tecnici ingegneristici, esperti in gestione, rendicontazione e controllo, progettisti, animatori territoriali ed esperti in innovazione sociale, amministrativi giuridici e process data analyst. Per l’accesso ai profili richiesti sono ammesse tutte le lauree (dunque anche le triennali). Saranno tuttavia valorizzate le esperienze specifiche dei candidati nei profili professionali che dovranno essere ricoperti.

La procedura concorsuale si svolgerà in modalità digitale, innovativa e semplificata, con due fasi selettive: una valutazione dei titoli online e una prova scritta digitale a risposta multipla prevista nel mese di giugno. Per partecipare, inoltre, non c’è un limite d’età e non è necessario avere la residenza in una regione del Sud, ma le assunzioni avverranno solo nelle pubbliche amministrazioni delle regioni meridionali secondo la seguente ripartizione dei posti:

– Abruzzo: 243;
– Basilicata: 119;
– Calabria: 365;
– Campania: 642;
– Molise: 78;
– Puglia: 481;
– Sardegna: 218;
– Sicilia: 497.