Arisa per Sanremo ha scelto il testo di un cantautore del Sud: “Ho sentito una grandissima verità”

Per la sua settima partecipazione al Festival di Sanremo, Arisa ha scelto tra moltissimi testi proprio questo per la sua verità

Foto Facebook Arisa Official


Per la sua settima partecipazione al Festival di Sanremo, Arisa ha scelto tra moltissimi testi quello di uno dei cantautori meridionali più amati: Gigi D’Alessio. Il brano si chiama “Potevi fare di più”  e racconta la storia di una amore crudele, velenoso e di come sia avvenuta la liberazione da esso; il percorso doloroso ma che serve per preservare se stessi e tornare ad amarsi.

Arisa sulla sua scelta dice: “L’ho scelta perché ho sentito una grandissima verità nel testo, una vera autenticità. Questa canzone mi ha fatto provare le stesse emozioni dell’autore, tanto è vero che penso di cantare un sentimento napoletano. Mi rispecchio tantissimo nella storia e penso che gli amori tossici possono capitare a tutti. Tutte le cose che con arrivano sono delle prove. Il messaggio che voglio dare alle donne è avere la consapevolezza che ella vita bisogna essere felici, prendersi la responsabilità che le cose cambino: si può fare.

Questa edizione del Festival di Sanremo non sarà come le altre, sarà molto speciale, sarà “il simbolo della ripartenza” di un settore che è stato completamente fermo per quasi un anno a causa della pandemia da Covid 19, Arisa: “Non vedo l’ora di tornare a cantare e di farlo proprio sul palco dell’Ariston, un palco per me molto importante e di condividere la sensibilità di questo brano. Se tanto ti dà tanto, qualcosa devi restituire: è un inizio di ripartenza e di adattarsi alle situazioni più difficili, o quantomeno provarci. 

Sul Festival di Sanremo 2021 il Direttore di Raiuno, Stefano Coletta ha detto: ” Sarebbe stato fallimentare saltare il Festival di Sanremo e non solo per una questione economica, il Festival ci unisce in un rituale collettivo, rappresenta la storia del nostro costume, in un momento in cui cinema e teatri sono chiusi dobbiamo rappresentare quel talento.