Le perle del Sud ‘Covid-free’: registrati zero contagi dall’inizio della pandemia

Nonostante il grande afflusso di turisti nel periodo estivo, in queste due località meridionali non è stato mai riscontrato alcun caso di positività



Esistono due angoli di paradiso al Sud in cui la pandemia da Coronavirus non ha ancora attecchito. Da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus, Alicudi e Ginostra, perle dell’arcipelago delle Eolie in Sicilia, non ha hanno mai registrato alcun caso di contagio da Sars Cov-2, confermandosi dunque tra le poche località al mondo “Covid-free”.

Nonostante il grande afflusso di turisti nel periodo estivo, con 3.000 presenze ad Alicudi e 500 a Ginostra, meraviglioso borgo sull’isola di Stromboli, qui non è mai stato riscontrato nemmeno un positivo. I medici dell’Usca hanno infatti effettuato i tamponi a tutti i residenti nell’ambito del piano dei test rapidi predisposti dalla Regione Sicilia, convalidando questa tendenza ancora oggi, ormai a un anno dall’esplosione della pandemia.

La situazione appare invece diversa per le altre isole dell’arcipelago delle Eolie: Salina, ad esempio, è stata la prima a registrare alcuni casi di Coronavirus, legati probabilmente al rientro sull’isola di cittadini emigrati al Nord. Come riportato da Tgcom 24, l’isola di Vulcano registra attualmente due positivi e quattro persone in quarantena.

Probabilmente se Alicudi e Ginostra non hanno mai registrato alcun caso di Coronavirus molto dipenderà anche dalle dimensioni delle due isole: Alicudi ha infatti una superficie poco superiore di 5 km quadrati, ed è la più piccola delle sette isole che compongono l’arcipelago delle Eolie con un centinaio di residenti. Qui non esistono mezzi di trasporto a parte i dorsi dei muli, non ci sono presidi delle forze dell’ordine, agenzie bancarie, sportelli bancomat ed è presente sul territorio soltanto una scuola.

Nel borgo di Ginostra vivono circa quaranta abitanti. Fino al 28 febbraio 2004 in questo villaggio non erano presenti né generatori pubblici di elettricità, né acqua corrente. L’elettricità è ora garantita dai pannelli fotovoltaici, che sfruttano l’enorme quantità di energia solare in una zona in cui il sole non manca quasi mai. Tra i servizi pubblici fondamentali sono presenti un ufficio postale e un presidio della guardia medica. Inoltre, per la particolare struttura del borgo, non possono circolare automobili.

Insomma, se cercate un posto sicuro lontano dalla pandemia, le tranquille località sicule di Alicudi e Ginostra faranno sicuramente al caso vostro.