venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeRegione PugliaVaccino anti-Covid, la specializzanda rassicura: "Nessun sintomo dopo 48 ore"

Vaccino anti-Covid, la specializzanda rassicura: "Nessun sintomo dopo 48 ore"

La 25enne ha pubblicato sul suo profilo facebook l'immagine del momento in cui le è stata iniettata la dose sul braccio sinistro: "Metto la foto per i più diffidenti"

Tra i primi operatori sanitari a ricevere il vaccino anti-Covid della Pfizer Biontech domenica 27 dicembre c'è anche la giovane meridionale Lucilla Crudele, specializzanda in servizio al Policlinico di Bari. La 25enne ha voluto rassicurare tutti sul suo profilo facebook pubblicando l'immagine del momento in cui le è stata iniettata la dose sul braccio sinistro: "Metto la foto per i più diffidenti", scrive Lucilla sul social.

"Stamattina ho provato a spegnere la sveglia con la forza del pensiero ma il 5G ancora non funziona - racconta la specializzanda - In compenso è completamente passato il dolore (assolutamente sopportabile) nella sede dell'inoculo. Dopo 48 ore senza alcun altro tipo di sintomo, penso ancora di più a quanto sono fortunata. Per aver ricevuto il vaccino. Per essere circondata da un affetto travolgente. A vivere in un Paese in cui la vaccinazione sarà universale e gratuita. A vivere in un'epoca in cui un atto così semplice può restituirci la libertà di viaggiare, abbracciarci, sperare nella forza della scienza".

Intanto in tutto il Paese sono stati vaccinati già ben 8.361 italiani, pari all'86% delle dosi distribuite fino ad ora. A comunicarlo è lo staff del Commissario per l'emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri. "La campagna di vaccinazione di massa si intensificherà da mercoledì 30 dicembre, quando arriveranno in Italia altre 469.950 dosi di vaccino Pfizer, destinati ai siti di somministrazione individuati dal Commissario in accordo con le Regioni.

Le consegne proseguiranno anche nella giornata del 31 dicembre, per poi proseguire con un ritmo settimanale. Nei prossimi giorni il Commissario pubblicherà online un report sul numero degli italiani che progressivamente saranno vaccinati". La distribuzione del vaccino sul territorio italiano è gestita da una compagnia tedesca: la prima fase della campagna riguarda il personale sanitario e gli ospiti delle residenze per anziani. La dose di vaccino di ogni persona è di 0,3 millimetri e deve essere estratta in condizioni asettiche e utilizzando siringhe di precisione adeguate.

 

LEGGI ANCHE...