Solidarietà Covid, al Sud pizze gratis alle famiglie in difficoltà economiche

Un mini villaggio della pizza per una manifestazione che produrrà una media di 300 pizze al giorno da donare alle famiglie più in difficoltà a causa della crisi economica

Sant'Antuono festa pizzaioli


Proseguono senza sosta al Sud i gesti di solidarietà per aiutare i più indigenti in questo periodo di emergenza sanitaria che da qualche tempo è ritornato ad allarmare tutti con l’esplosione della “seconda ondata”. Una volta terminata la pandemia, sicuramente una delle cose più belle che ricorderemo è la generosità delle persone, pronte in ogni momento a sostenere chi è in difficoltà.

A tal proposito, ricordiamo il nobile gesto del titolare di un pub che si è messo in viaggio nella città di Napoli per offrire panini caldi ai senzatetto, quello della signora Lucia che ha offerto con amore il pranzo agli operatori sanitari e ai pazienti Covid stremati dall’attesa in fila fuori all’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, o ancora l’iniziativa solidale del “tampone sospeso” al Rione Sanità per aiutare i cittadini che non possono permettersi di spendere cifre troppo care per il test.

Questi sono solo alcuni esempi che danno prova del grande cuore dimostrato dai meridionali in questa fase difficile, ma la lista si allunga sempre di più. Ogni giorno arrivano notizie di storie del genere, un’ultima in questo senso è apparsa sulla pagina facebook del Comune di Pompei, che ha annunciato di un’iniziativa che partirà da lunedì: per quattro giorni di fila l’amministrazione comunale in collaborazione con Mulino Caputo offrirà pizze gratis alle famiglie in difficoltà.

“Amministrazione comunale e Mulino Caputo fianco a fianco in un’iniziativa di beneficenza. Pizze gratis alle famiglie in difficoltà economiche. E’ l’iniziativa promossa dagli assessorati alle politiche sociali e alle attività produttive, guidati da Michele Troianiello e Vincenzo Mazzetti in collaborazione con l’azienda napoletana e il brand ambassador , Vincenzo Iannucci. Una manifestazione di solidarietà nei confronti delle persone meno fortunate, messe a dura prova dal protrarsi della pandemia da Covid 19.

La manifestazione durerà quattro giorni a partire da lunedì 23 fino a giovedì 26 novembre, dalle ore 12:00 alle 15:00. L’area prescelta per allestire il mini villaggio della pizza è la Fonte Salutare. Due i forni che verranno allestiti. Tutti i pizzaioli pompeiani che hanno aderito con piacere alla manifestazione produrranno una media di 300 pizze al giorno che saranno distribuite alla famiglie bisognose attraverso le associazioni di volontariato, la Caritas e il Forum dei Giovani che provvederanno alla consegna.

‘In questo modo – spiegano gli organizzatori – non creeremo alcun assembramento e avremo la certezza che il calore del nostro gesto arriverà direttamente nelle case di chi in questo momento ha bisogno di maggiori attenzioni’. Una parte delle pizze saranno consegnate anche alla mensa dei poveri gestita dalla Caritas nella casa del Pellegrino”.