Incredibile scoperta al Sud: riemerge un antico acquedotto del I secolo a.C.

Dai cantieri dell'alta velocità, nei pressi di Afragola, è riemerso un tratto dell'antico acquedotto Augusteo. L'eccezionale scoperta è venuta alla luce stamattina. La notizia è stata riportata sui social network attraverso la pagina Fb di "Educazione Napoletana", ecco il post: "Riemerge un tratto dell'acquedotto augusteo del Serino durante la realizzazione degli scavi per la galleria Tav Napoli-Bari all'altezza dell'incrocio autostradale Napoli-Bari nei pressi dell'Ikea di Afragola. Un'altra scoperta sensazionale di resti risalenti al I sec. a.C.

Attualmente sono in corso i rilievi della Soprintendenza. Grazie – si legge sulla pagina Facebook Educazione Napoletana - a Domenico Pavone per le informazioni e per la testimonianza fotografica. Una condivisione può salvare la memoria”.

Qualche settimana fa, sempre nel napoletano, è avvenuta un'altra straordinaria scoperta: nel quartiere di Pianura è stata trovata una grande Villa Romana del I secolo a.C., l'epoca di Giulio Cesare. Un grande complesso di 20 stanze e che rappresenta una tipica Villa rustica romana, collocata sulla strada che dall'antica Neapolis portava ai Campi Flegrei.

In quell'occasione gli esperti hanno ritrovato anche delle monete romane. Da un denario d'argento del I secolo a.C., in particolare, si è avuta conferma della datazione. Secondo gli archeologi si trattava di un unico grande complesso, di cui gran parte potrebbe essere ancora sepolta.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Napoli ha specificato che si tratta di un complesso archeologico "di grande rilevanza, sia per estensione e conservazione, senza confronti nel territorio dell'antica Neapolis, sia per l'alto livello qualitativo e scientifico dei rinvenimenti

La Villa - secondo la relazione tecnica - sorge in un'area alle pendici del cratere degli Astroni all'interno del Parco delle Colline. Via Montagna Spaccata ricalca un antico diverticolo della via per colles che doveva collegare l'antica Neapolis all'area flegrea passando per Pianura prima di raccordarsi con la via Consolare Campania".