lunedì, Ottobre 3, 2022
HomeRegione SiciliaCoronavirus, regione del Sud stanzia 5 milioni per gli agriturismi in crisi

Coronavirus, regione del Sud stanzia 5 milioni per gli agriturismi in crisi

Per presentare la domanda sul portale del dipartimento regionale dell'Agricoltura ci sarà tempo fino al 5 novembre

Al Sud arriva un incentivo per gli agriturismi e le aziende didattiche in crisi a causa del lockdown scaturito dall'emergenza Coronavirus. E' successo nella regione Sicilia, dove saranno stanziati 5 milioni di euro alle attività siciliane danneggiate dalla chiusura dopo la pandemia. Si tratta di fondi europei che la regione meridionale mette in campo per sostenere le aziende colpite dai danni della crisi economica dovuta al Covid-19.

Il provvedimento è previsto dal bando pubblicato questa mattina sul sito dell'assessorato all'Agricoltura, dopo il via libera della Commissione Europea e l'approvazione del Comitato di sorveglianza. "Grazie a questo nostro intervento - ha spiegato sulla sua pagina ufficiale facebook il governatore Nello Musumeci - sarà possibile dare un minimo di ristoro alle aziende siciliane nel comparto che, durante il periodo del lockdown e anche dopo, hanno subito ingenti perdite".

Nello specifico, l'incentivo prevede un contributo dai 3 ai 7 mila euro calcolato in base al fatturato 2019, e per presentare la domanda sul portale del dipartimento regionale dell'Agricoltura ci sarà tempo fino al 5 novembre: "I danni subiti dalle nostre aziende - ha aggiunto l'assessore all'Agricoltura Edy Bandiera - sono stati solo in minima parte compensati dall'aumento del turismo di prossimità nazionale registrato nei mesi estivi, in considerazione del perdurare della pandemia e delle conseguenti regole di distanziamento".

Le risorse stanziate provengono da economie della Misura 6.4 a) del Pr Sicilia 2014-2020 destinate agli agriturismi, che il governo Musumeci ha voluto assegnare alle stesse aziende. Secondo i dati riportati da uno studio pubblicato sull'Ismea, Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare in Italia, nella stagione primaverile del 2020 si è registrata una perdita di fatturato di circa 800, 900 milioni di euro.

Anche a livello regionale, diverse centinaia di agriturismi e aziende didattiche hanno subito il blocco totale delle attività durante il lockdown, nel pieno della primavera e delle festività pasquali, a causa della disdetta di prenotazioni e la caduta della domanda estera.

LEGGI ANCHE...