sabato, Febbraio 4, 2023

La statua della Madonna piange lacrime di sangue: al Sud si pensa al miracolo

Nel piccolo paesino del Salento si grida già al miracolo, ma sono al vaglio le ipotesi delle autorità religiose

A Carmiano, paesino in provincia di Lecce, è successo un fatto davvero molto strano. La statua della Madonna, infatti, due giorni fa avrebbe lacrimato sangue. Al vaglio, adesso, ci sono varie ipotesi, ma in tanti, soprattutto i più devoti, già gridano al miracolo. Ma vediamo meglio come sono andate le cose.

La Madonna di Carmiano piange sangue

Il 3 agosto dalla statua della Madonna di Carmiano, posta in piazza Paolino Arnesano, hanno iniziato a scendere delle lacrime di sangue, o almeno questa è stata l'impressione. Tantissime persone sono state testimoni, e l'evento ha attirato ovviamente tanti fedeli, accorsi per devozione e curiosità. Ora il caso è in stato di verifica, in attesa di risposte chiare dalle autorità religiose.

Fenomeno paranormale o altro

Non è dato sapere, al momento, se si sia trattato di un episodio paranormale, del caldo torrido di questi giorni o se effettivamente si possa parlare di miracolo. Ad ogni modo, fedeli e curiosi si sono riuniti intorno alla statua, chi per una preghiera, chi semplicemente per osservare uno “strano fenomeno” che ovviamente non accade tutti i giorni. Questo, comunque, è solo uno dei tanti casi in Italia e nel mondo. Si pensi ad esempio al famoso caso di San Gennaro il cui sangue immancabilmente si scioglie ogni anno o alle apparizioni di Lourdes o ancora a quelle di Medjugorje.

Ora la curia di Lecce guidata da Mons. Seccia, l'attuale Vescovo della città di Lecce, sta indagando sul fenomeno accaduto, e la Chiesa mantiene sempre molta cautela su questi eventi straordinari, seguendoli con grande attenzione. Don Riccardo Abate, parroco della chiesa di Sant’Antonio Abate, ha spiegato: “Neanche io, in questo momento, posso esprimere un parere oggettivo sull'evento accaduto proprio perché non ci sono prove che possano farci dire con esattezza che sia stato un miracolo, un effetto dell’eccessivo caldo di questi ultimi giorni o, peggio ancora, lo scherzo di qualcuno”. 

LEGGI ANCHE...