Street Art, al Sud l’asfalto di una strada abbandonata diventa mare

L'obiettivo è quello di riempire tutto il mare con delfini, piovre, tartarughe, pesci e stelle marine

Foto Facebook Toni Matarrelli


Continuano le splendide opere di street art nel Sud Italia per ridare vita e colore a mura degradate o a cantieri abbandonati. Negli ultimi giorni un altro dipinto è spuntato a Mesagne, in provincia di Brindisi: il protagonista del murale questa volta è il blu intenso del mare, con un’opera di circa 70 metri lungo tutto il vicolo Luca Antonio Resta, nel centro storico. In questa via salentina non sono stati portati a compimento dei lavori per spazzare via le polveri di un cantiere aperto da molto tempo.

A realizzare l’opera è l’artista di Brindisi Steven Parpanesi, che ha accolto volentieri l’invito arrivato dal sindaco di Mesagne Toni Matarrelli per ravvivare la strada con un fiume di colori: “Un fiume di colori spazza la polvere del cantiere ancora aperto e porta via con sé l’amarezza di aver posticipato per qualche settimana la chiusura dei lavori nel centro storico e anche qualche piccola polemica non necessaria. E proietta il cuore della nostra città in un futuro rigoglioso. Bravissimo il giovane artista Steven Parpanesi, che sta realizzando un’opera tanto bella che è un peccato che sia provvisoria”, ha commentato entusiasta il primo cittadino su Facebook.

L’obiettivo è quello di riempire tutto il mare con delfini, piovre, tartarughe, pesci e stelle marine. Il giovane artista pugliese sta ultimando i lavori per rendere ancora più vivace la sua tela su strada, che, come riportato da Repubblica, ha per lui un significato molto importante: “E’ per mia sorella Kimberly”. La sorella che lo ha lasciato prematuramente a soli 19 anni. “Sto aggiungendo le creature marine a seconda delle richieste dei bambini, e poi ci metto il loro nome vicino”.

Sempre in Puglia ultimamente, sulle sponde di un lago, è stata realizzata un’altra opera di street art nella giornata che ha segnato l’inizio dell’estate: il fotografo e giornalista Alessandro Tricarico ha deciso di dipingere la prima di una serie di opere dedicate alle divinità del Gargano. Un’istallazione artistica alta 7 metri e larga 6 creata su un rudere abbandonato situato sulle rive del lago di Varano.

ULTIMO AGGIORNAMENTO