Al Sud c’è un borgo che regala vacanze: boom di richieste da tutto il mondo

Fin dal primo giorno l'iniziativa di questo borgo meridionale è diventata subito virale: sono state tantissime le chiamate sia dall'Italia che dall'estero

Borgo di San Giovanni in Galdo (screenshot video Amici del Morrutto: fonte Facebook)


Come abbiamo sottolineato più volte, quest’estate sarà l’estate dei borghi. E al Sud ce ne sono tantissimi, tra i più belli del mondo, che vale la pena visitare. Di recente sono nate tante iniziative per promuovere questi favolosi antichi centri abitati in cui si respira aria di pace e tranquillità. Per valorizzare il turismo nel territorio siciliano, ad esempio, è stata realizzato l’evento chiamato “Il Tour dei Borghi”, ideato dal Comitato Sicilia Turistica guidato da Antonino Sapienza.

In questi ultimi giorni è nata un’altra iniziativa che ha come protagonista il borgo di San Giovanni in Galdo in provincia di Campobasso. Proprio dal suggestivo paesino meridionale è stato lanciato l’appello “Regalati il Molise”, ideato e promosso dall’associazione “Amici del Morrutto”, insieme all’amministrazione comunale. L’idea è quella di regalare una vacanza a chi ha piacere di visitare questo incantevole luogo che conta meno di 600 abitanti situato tra le montagne e pieno di storia antica.

Fin dal primo giorno il progetto molisano che promuove 40 soggiorni gratis da una settimana ciascuno tra i mesi di luglio e settembre è diventato subito virale: in totale sono state centinaia le chiamate, sia dall’Italia che dall’estero, per trascorrere una vacanza a costo zero in questo splendido borgo meridionale. Già un articolo del New York Times, qualche mese va, aveva attirato l’attenzione dei turisti stranieri quando li invitava a scoprire la splendida terra del Molise, inserendola tra le mete più belle da visitare nel 2020.

“Chi sceglierà di accettare questa scommessa – si legge sul sito dell’associazione promotrice dell’iniziativa – scoprirà un paese con una qualità della vita eccellente, dove tutto è ancora scandito dalla natura che circonda il borgo, un borgo che si trova tra l’altro in una posizione strategica, a 40 minuti dal mare e dalla montagna, a 2 ore da Roma e da Napoli. La comunità locale metterà a disposizione tre abitazioni e gli ospiti non dovranno preoccuparsi di nulla, se non di andare alla scoperta delle bellezze del Molise, della sua storia e della sua enogastronomia”.

Per partecipare occorre non essere residenti in Molise e non avere case o parenti nella regione meridionale. Inoltre bisognerà indicare le motivazioni per cui si vuole scoprire questa terra. Per aderire bisogna soltanto compilare e inviare l’apposito modulo disponibile sul sito dell’associazione. Dopo l’esperienza del Coronavirus, questo posto è il luogo ideale dove poter godere di un po’ di meritato relax, considerando che offre ai suoi ospiti un vero e proprio “distanziamento naturale, aria pulita, virus free e cibi strepitosi”.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO