Vele di Legambiente, il mare più bello e pulito d'Italia si trova al Sud

Dopo le Bandiere Blu e il "Mare eccellente", arriva un nuovo riconoscimento per i mari e le spiagge del Meridione. Si tratta delle Vele di Legambiente, che ha stilato l'elenco con il podio delle 15 località con le acque più belle e pulite di tutta la penisola. Al primo posto della classifica di Legambiente e Touring Club troviamo la Sardegna, in assoluto la regione più premiata, con un totale di 5 litorali: Baunei (Nuoro), Litorale di Chia (Sud Sardegna), Gallura Costiera e Aria Marina Protetta di Capo Testa (Sassari), Baronia di Posada e Parco di Tepilora (Nuoro), Planargia (Oristano).

Subito dopo l'isola sarda seguono a pari merito Toscana e Puglia con tre comprensori a cinque vele. Le località scelte della regione pugliese sono l'Alto Salento Adriatico (Lecce), l'Alto Salento Jonico (Lecce) e la Costa del Parco Agrario degli ulivi secolari (Bari e Brindisi). Immediatamente dopo troviamo la Campania con due comprensori, la Liguria e la Sicilia con uno a testa. I luoghi premiati della regione campana comprendono il Cilento Antico (Salerno) e la Costa del Mito (Salerno), mentre in Sicilia l'isola di Pantelleria (Trapani).

Le 5 vele 2020 di Legambiente e Touring Club Italiano rappresentano uno dei riconoscimenti più ambiti per i luoghi marittimi, e quest'anno, per la prima volta dopo tanto tempo, non sono annunciate dalla guida "Il mare più bello", ma si presentano come un'aggiunta della guida online "Vacanze Italiane", che racchiude più di 200 proposte di viaggio in tutta Italia, sempre scelte da Touring e Legambiente.

I criteri con cui è stata stilata questa classifica si basano su un centinaio di parametri. La maggior parte riguarda l'ambiente: la qualità delle acque certificata da Goletta Verde e lo stato delle aree costiere, le politiche della tutela della biodiversità, la gestione dei rifiuti e l'utilizzo delle energie rinnovabili. Oltre a questo tipo di parametri, troviamo anche tutte le valutazioni che riguardano l'abilità di un territorio di promuovere e tutelare le eccellenze gastronomiche, la qualità delle strutture turistiche, la presenza di luoghi di interesse storico e culturale, artigianato di qualità e i servizi di trasporto pubblico.