Potito come Greta Thunberg: il ragazzino del Sud lotta per il pianeta

Il piccolo Potito è stato premiato per il suo grande impegno nella tutela dell'ambiente e del cambiamento climatico



Ieri, 23 gennaio 2020, un piccolo pugliese, Potito Ruggiero, è stato premiato dal presidente della Regione Michele Emiliano con il più importante riconoscimento regionale, il premio “Radice di Puglia”.

Il ragazzino di Stornarella, comune in provincia di Foggia, è stato insignito del premio durante il forum regionale “Agire per il clima”, alla Fiera del Levante di Bari.

Ma cosa aveva fatto il piccolo Potito? Forse in pochi lo ricorderanno, ma è lui il ragazzino di 12 anni che lo scorso 27 settembre è sceso, da solo, nella piazza del suo paese, per manifestare contro i cambiamenti climatici in occasione del Global Strike For Future.

La foto di Potito, in poche ore, aveva fatto il giro del web diventando virale. Ora il ragazzino, sulle orme di Greta Thunberg, famosa attivista svedese che si batte contro il cambiamento climatico, è stato premiato per il suo impegno in tema di cambiamento climatico e tutela dell’ambiente.

Il Governatore aveva già annunciato la consegna del premio al 12enne: “Abbiamo deciso di insignire Potito del premio della Regione Puglia “Radice di Puglia” anche in rappresentanza di tutti i ragazzi e ragazze pugliesi che hanno partecipato alle manifestazioni di #fridaysforfuture svoltesi nella nostra terra. Potito ha coraggio e sa spiegare le cose in cui crede. Rappresenta bene il futuro che vogliamo noi pugliesi”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO