Tumore al seno: arrivano per la prima volta in Italia le cure a domicilio a Napoli

Un progetto congiunto siglato dal Pascale di Napoli e dalla muntinazionale farmaceutica Roche rivoluzionerà i percorsi delle cure oncologiche. Per la prima volta in Italia le donne affette dal tumore alla mammella Her2 positivo potranno ricevere gratuitamente il trattamento biologico sottocutaneo direttamente a casa con l'assistenza di un medico specializzato in questi tipi di cure.

Il programma firmato dal Pascale di Napoli con la collaborazione di Roche Italia si chiama "Herhome" e renderà più confortevole la terapia biologica contro il tumore al seno. Due donne sperimenteranno per la prima volta questa cura nel proprio appartamento: si tratta di Rita Maria e Marisa, due donne di 55 e 59 anni rispettivamente di Marano e di San Giuseppe Vesuviano. Le due donne del vesuviano in cura al Pascale di Napoli hanno già completato tutti i cicli di chemioterapia e sono state selezionate insieme ad altre 100 donne per ricevere assistenza e cura direttamente nella loro casa.

"Siamo davvero molto orgogliosi di essere i primi in Italia a poter dare alle nostre pazienti questa opportunità - spiega Attilio Bianchi, direttore dell'Istituto Nazionale Tumori di Napoli - il programma Herhome si inserisce perfettamente negli obiettivi del Pascale nel mettere a punto sempre più percorsi assistenziali che, pur mantenendo alta l'attenzione alla qualità e alla sicurezza, assicurino un'esperienza di cura più confortevole per i pazienti. Inoltre, favorisce il decongestionamento del Day Hospital dell'Istituto, sempre a vantaggio dei pazienti stessi. L'Int Pascale si conferma tra le più significative realtà sanitarie del Sud Italia in campo oncologico, costituendo il centro di riferimento regionale per la diagnosi e la cura delle patologie neoplastiche."

Il trattamento da casa per combattere il tumore al seno è completamente gratuito e partirà a fine febbraio. Il farmaco da sottoporre alla paziente e tutto il resto dell'occorrente è portato dal medico direttamente al domicilio. Il progetto al femminile dedicato alle donne che combattano ogni giorno questa malattia è dedicato a una donna in particolare, Stefania Pisani, che ha sempre desiderato e richiesto, con l'aiuto dell'Associazione "Noi ci siamo" un tipo di cura che fosse quanto più confortevole e più mirato possibile soprattutto per le esigenze di una donna.