La storia del gabbiano Baldino, dalla Polonia al Sud per combattere il gelo

Duemila chilometri in volo per scappare dal gelo della Polonia e trascorrere l'inverno ad Ischia. E' la storia di Baldino, il gabbiano comune (Chroicocephalus ridibundus il nome scientifico) avvistato in Campania, nel porticciolo di Ischia, dall'ornitologo Rosario Balestrieri.

Il gabbiano comune ha una lunghezza che va dai 38 ai 44 cm e un'apertura alare dai 98 ai 105 cm. La sua velocità di volo è di circa 10 metri al secondo. Durante il volo il margine bianco delle ali è un buon punto visibile da lontano. Il maschio ha la testa di colore marrone scuro, il corpo grigio chiaro, puntini neri sulle ali e zampe di colore rossastro. Il cappuccio si perde in inverno e lascia solo delle strisce verticali.

L'uccello, come riporta La Repubblica, è stato identificato grazie ad un anello identificativo che porta su una zampetta. Nel 2014 Baldino era stato inanellato nell'estremo nord della Polonia, a Brzeno, sul mar Baltico, e dal territorio polacco non si era mai mosso, tranne che nel gennaio 2016, quando il suo codice identificativo era stato letto ad Amburgo.

Stavolta, per combattere la stagione fredda, ha pensato di affrontare un viaggio molto più lungo, scegliendo le temperature miti del golfo di Napoli. Balestrieri, che lo ha scovato, insegna all'istituto comprensivo di Barando d'Ischia ed è un appassionato di gabbiani.