In arrivo al Pascale di Napoli l'app per curare da casa i pazienti stomizzati

Una nuova applicazione sullo smartphone che garantisce assistenza ai pazienti stomizzati è in arrivo a Napoli. Il nome scelto dal suo inventore è "Sos" che sta per Smart ostomy support, oltre che per il sottile riferimento alla parola comunemente più usata da chi vuole chiedere soccorso. L'app sarà testata all'ospedale Pascale di Napoli ed è stata realizzata con la finalità di dare assistenza digitale anche da remoto ai pazienti cronici, stomizzati, incontinenti e ricanalizzati.

L'app Sos è stata creata dall'ingegnere Nicola Caione e servirà a rivoluzionare completamente l'assistenza sanitaria, visto che con il nuovo dispositivo si potranno ricevere cure anche attraverso un semplice click. Premiata al Forum PA Sanità, la nuova applicazione per i pazienti è stata presentata ieri al Ministero della Salute dove si è deciso di avviare una prima fase di sperimentazione grazie alla firma del viceministro Pierpaolo Sileri, l'Istituto nazionale tumori di Napoli e la Fais, la Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati.

"Per noi il rapporto con le associazioni dei pazienti è fondamentale - ha dichiarato Attilio Bianchi, direttore generale del Ospedale Pascale di Napoli. In questo caso il valore aggiunto consiste nel fatto di poter partecipare alla sperimentazione e all'utilizzo dell'app dedicata, che ci consente di seguire da casa i nostri pazienti, sulla scia di quanto dall'Istituto già messo in essere con un'altra app dedicata ai pazienti trattati in radioterapia per il tumore alla prostata anche essa premiata al Forum PA".