domenica, Luglio 25, 2021
HomeNewsColesterolo, i 3 cibi del Sud per ridurlo e tenerlo a bada

Colesterolo, i 3 cibi del Sud per ridurlo e tenerlo a bada

Vuoi abbassare il tuo colesterolo? Ci sono 3 prodotti del Sud che sono indicati per migliorarlo e tenerlo sotto controllo

L’ipercolesterolemia (ossia un livello di colesterolo nel sangue superiore ai 240 mg/dl) è una condizione ormai in continua crescita in entrambi i sessi. Essa interessa il 38% degli italiani, una percentuale di notevolmente lievitata rispetto al passato. Il ruolo principale nel controllo dei livelli di colesterolo spetta comunque alla dieta: è importante seguire un regime alimentare moderato, prediligendo cibi di origine vegetale e pochi grassi. Ma importante è anche condurre un corretto stile di vita e praticare regolare attività fisica. Alcuni prodotti del nostro Sud sono alleati importanti nella lotta al colesterolo “cattivo”. Vediamo quali.

I 3 prodotti del Sud contro il colesterolo

1. Pomodori di San Marzano

E’ stato dimostrato che i pomodori sono un ottimo rimedio naturale per combattere il colesterolo alto e l’ipertensione, specialmente se mangiati cotti e con regolarità. Il beneficio è apportato dal licopene, un carotenoide antiossidante che riduce il rischio di infarto e ictus e che riduce il colesterolo LDL fino al 10% se assunto giornalmente in dosi superiori ai 25 milligrammi.

2. Mele annurche

Molti studi scientifici, anche recenti, hanno messo in luce i benefici della mela annurca, prodotto tipicamente campano. Essa agisce positivamente sull’apparato gastrointestinale e su quello cardiovascolare. Inoltre la mela annurca viene considerata un ottimo integratore multivitaminico per stimolare la ricrescita dei capelli e ridurre il colesterolo, grazie alla ricca presente di pectina, che favorisce questo beneficio. E’ proprio vero che “una mela al giorno toglie il medico di torno”.

3. Olio extravergine d’oliva

Diversi studi hanno dimostrato che tre cucchiai di olio EVO al giorni sono sufficienti per abbassare il colesterolo cattivo e alzare quello buono. Questo grazie agli acidi grassi monoinsaturi presenti nell’olio, specialmente l’acido oleico. Ovviamente non bisogna eccedere, ma la dose consigliata può solo apportare benefici. Sappiamo bene che una delle Regioni in cui viene prodotto il migliore olio extravergine d’oliva è la Puglia.  

LEGGI ANCHE...