giovedì, Luglio 29, 2021
HomeNewsChristian De Sica ha scelto di vivere al Sud: “Hanno una marcia...

Christian De Sica ha scelto di vivere al Sud: “Hanno una marcia in più dei romani”

La famiglia De Sica ha sempre espresso il suo grande amore per il Sud Italia e in particolare per la Campania e Napoli. Infatti Vittorio De Sica, da regista e attore, ha raccontato nei suoi film una Napoli fatta di amore, simpatia, arte, nobile e felice nonostante le tante difficoltà.

A raccogliere l'eredità paterna ci ha pensato il figlio Christian che condivide lo stesso amore per la città partenopea, lasciandosi andare anche ad affermazioni che non faranno molto piacere ai romani. Infatti in un'intervista a Domenica In, ha affermato: “I napoletani hanno una marcia in più dei romani. Nulla da fare”.

De Sica era ospite di Mara Venier per promuovere il suo ultimo film "Sono solo fantasmi", con Carlo Buccirosso. Nel corso dell'intervista ha voluto parlare del suo rapporto con la città capoluogo della Campania: "Ho voluto raccontare la parte bella della città, la Napoli di mio padre".

Il film di cui è regista e protagonista è una commedia horror, zeppa di effetti speciali e spettri volanti. Racconta la storia di tre fratellastri – De Sica, Carlo Buccirosso e Gian Marco Tognazzi – che non hanno in comune nient’altro che una vita di fallimenti economici e familiari. Dopo anni si ritrovano a Napoli per leggere il testamento di papà Vittorio – un uomo esuberante, un donnaiolo, un giocatore d’azzardo. Hanno scoperto di avere solo debiti e quindi hanno deciso di improvvisarsi acchiappafantasmi nella città di Napoli.

De Sica si trasferisce a Castellammare di Stabia (Napoli)

Il forte legame con Napoli si evince anche dalla scelta dell'attore di vivere a Castellammare di Stabia, realizzando così il sogno del padre: "Non lo dico per ruffianeria, ma Napoli è nel mio DNA, ci sto bene. Però ho scelto Castellammare perché è più tranquilla. Questo è sempre stato il sogno di mio padre, ma non c’è riuscito. Con lui abbiamo trascorso tante vacanze a Napoli, soprattutto quando si ritrovava a girare i film".

LEGGI ANCHE...